“Anders Trulson è qui” Breve storia del pittore svedese rimasto per sempre tra le montagne della Valle Roveto

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

“Anders Trulson è qui” Breve storia del pittore svedese rimasto per sempre tra le montagne abruzzesi Anders Trulson è un giovane pittore svedese. affermato nel suo paese. Torna in Italia nell’estate del 1911, a Civita d’Antino, piccolo paese di montagna che alla fine dell’800 era frequentato cenacolo artistico scandinavo. Trulson, malato, continua a lavorare fino alla morte. Le ricerche della sua tomba portano a scoprire il vecchio cimitero abbandonato di Civita d’Antino, un opera assai singolare, pressoché unica nella storia dell’architettura cimiteriale.

Antonio Bini, si occupa di temi legati alla valorizzazione del patrimonio culturale e della riscoperta del Grand Tour. E’ stato dirigente del MIUR e della Regione Abruzzo. Sergio Bini, ingegnere, dirigente d’azienda, qualitologo, abruzzese di nascita e umbro di adozione, vive e lavora a Roma. 2011 D’Abruzzo Libri / * Edizioni Menabò Collana Le stelle della Storia (Edizione italiano e inglese)

(* La casa editrice Menabò pubblica da venti anni la prestigiosa rivista trimestrale D’Abruzzo – Turismo Cultura Ambiente – e promuove con articoli corredati da abstract in inglese, le bellezze architettoniche, artistiche, naturalistiche ed il ricco patrimonio antropologico della Regione. La rivista è distribuita nelle edicole d’Abruzzo e nelle librerie Feltrinelli delle più importanti città italiane e viene inoltre diffusa in Canada e negli Stati Uniti presso i centri di cultura italiana. Sito web www.dabruzzo.it) Il libro è disponibile ed ordinabile sul sito dell’editore e/o nelle maggiori librerie online.

I commenti sono chiusi.