La rete di percorsi “Valle Roveto Slow”

La rete di percorsi “Valle Roveto Slow”
facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

VALLE ROVETO SLOW: una serie di guide “consigli di viaggio” assolutamente da scaricare! Sovrastata da un lato dalle alture dei Monti Simbruini e confinante con il patrimonio naturalistico del Parco Nazionale D’Abruzzo, Lazio e Molise, la Valle Roveto offre una varietà e una ricchezza di beni artistici, naturalistici, architettonici e archeologici che la rendono un territorio prezioso ed unico. La rete di percorsi “Valle Roveto Slow” collega alcune delle zone più caratteristiche, naturalisticamente suggestive, o con una particolare connotazione storica o di valore culturale e folkloristico, della Valle Roveto presenti nei comuni di Capistrello, Balsorano, Civita D’Antino, San Vincenzo Valle Roveto, Civitella Roveto, Morino e Canistro attraverso strade e carrarecce, spesso poco frequentate nella vita quotidiana.

Posted by Redazione 12 10, 15 Commenti disabilitati
Continua a leggere

Civita d’Antino | Borghi e storia della Valle Roveto

Civita d'Antino | Borghi e storia della Valle Roveto
facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Di Civita d’Antino (www.civitadantino.com), già importante municipio romano, che fu nel secolo XI patria del benedettino S.Lidano, iniziatore della bonifica delle Paludi Pontine, e in tempi più recenti dell’illustre chimico Domenico Morichini (1773-1836),si è scritto a lungo in monografie e in studi particolari. Le epigrafi sparse qua e là nel suo territorio sono riportate negli ultimi tre secoli dal Febonio, dal Corsignani, dal De Sanctis, dall’inglese Hoare, dal Mommsen, dalla monografia “Antinum” di Clemente Alati del 1910, dal  lavoro del 1966 di Settimio Maciocia, e penso che eventuali scavi nell’ambito dei suoi confini potrebbero portare alla luce nuove iscrizioni ed altre notizie, preziose per illuminare l’antica storia di Antino e forse per concomitanza la storia di tutta la nostra valle. 

Posted by Redazione 01 31, 12 Commenti disabilitati
Continua a leggere

Balsorano | Borghi e storia della Valle Roveto

Balsorano | Borghi e storia della Valle Roveto
facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Che l’attuale Balsorano derivi il suo nome dalla corruzione della medioevale Vallis Sorana, cioè Valle Sorana, nessuno potrà mettere in dubbio. Contorcere la denominazione Balsorano, come qualcuno ha fatto nel passato, e piegarla ad altre interpretazioni mi sembra volere andare contro l’eloquente significato delle parole e voler negare addirittura la tradizione che fu continua e mai venne meno nei secoli. Che poi la valle, ove sorgeva l’antico Balsorano, prendesse l’aggettivo che lo determinasse dalla vicina città di Sora, non deve meravigliare nessuno. Balsorano era il primo paese che s’incontrava venendo da Sora nell’entrare in Valle Roveto. E data l’importanza che ebbe Sora nelle lotte che si svolsero tra Sanniti e Romani nei secoli quarto e terzo avanti Cristo prima, e non dimenticando nello stesso tempo il valore strategico che fu dato alla Valle Roveto nella Guerra Italica o Marsa dopo, quando le legioni di Roma risalivano da Sora fino alla Valle Roveto la corrente del Liri per prendere alle spalle i Marsi ribelli, non c’e proprio da meravigliarsi se i luoghi più vicini a Sora abbiano dato in tempi posteriori al paese che vi sorse il nome di Valle Roveto.

Posted by Redazione 02 14, 11 Commenti disabilitati
Continua a leggere

San Vincenzo Valle Roveto | Borghi e storia della Valle Roveto

San Vincenzo Valle Roveto | Borghi e storia della Valle Roveto
facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

L’esistenza di una chiesa, dedicata a S. Vincenzo Martire, dentro i confini dell’attuale S. Vincenzo Vecchio, è documentata nel Codice Casamariese, dove è scritto così: Venerabilis Abbas Johannes acuisivit ecclesiam unam vocabulo Sancti vincentii… (Il venerabile Abate Giovanni, acquistò una chiesa col nome di S. Vincenzo posta nella Valle, che si chiama di Orbeto, presso il castello detto Morrea. L’Abate Giovanni nell’antico Codice visse dal 1026 al 1066). Dopo il terremoto del 1915, parte del paese si trasferì al piano, a destra del Liri, presso la stazione ferroviaria, in uno dei punti più bassi di Valle Roveto. Il nuovo S. Vincenzo è collegato, al Km. 35+ 800, alla Nazionale 82 da una comoda strada di circa mezzo chilometro. Ora è collegato direttamente anche con la sua più importante frazione: Roccavivi. Il resto della popolazione rimase nell’antico paese, che tutti oggi chiamano S. Vincenzo Vecchio. Anche esso è allacciato, al Km. 35,400, alla Nazionale 82 a mezzo di una discreta strada di 3 chilometri; ora comunica per mezzo di altra strada anche con S. Giovanni Valle Roveto.

Posted by Redazione 02 14, 11 Commenti disabilitati
Continua a leggere

San Giovanni Valle Roveto | Borghi e storia della Valle Roveto

San Giovanni Valle Roveto | Borghi e storia della Valle Roveto
facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Con la località Colle Eretto (Collem Erectum), messa immediatamente dopo Valle Sorana (Balsorano), si alluderà forse nel Catalogo dei Baroni di Guglielmo il Normanno del 1173 a S. Giovanni Valle Roveto? Nel secolo XIII, come già si è detto, parlando di Roccavivi, gli abitanti di Roccavivi, di S. Paolo e di S. Giovanni, per ordine imperiale, dovettero riparare Rocca de’ Vivo, che nelle operazioni belliche di quelle epoche aveva riportato danni e distruzioni. Non vi dovrebbero essere dubbi sulla ubicazione del S. Giovanni citato nel documento: infatti, località, abitata nelle vicinanze di Roccavivi e chiamata S. Giovanni, non ci risulta da altri documenti. Nel 1308, nell’elenco delle chiese di Valle Sorana (Balsorano), fra le altre, figura, come già si è scritto, una chiesa col titolo di S. Giovanni (S. Johannis).

Posted by Redazione 02 14, 11 Commenti disabilitati
Continua a leggere

Roccavivi | Borghi e storia della Valle Roveto

Roccavivi | Borghi e storia della Valle Roveto
facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

La Storia Roccavivi appartiene geograficamente da molto tempo a Valle Roveto; solo per un breve periodo della sua storia fece parte della Contea di Sora. In un lontano documento dell’Archivio Caetani così leggiamo: «…ecclesiarum Sancti Pauli et Sancti Stephani sitarum Roccae de Vivo in Valle Urbeti ». Il nome del paese in alcune memorie storiche è Rocca de’ Vivo, in altre è Rocca Vivorum. I primi accenni a Roccavivi risalgono al principio del secolo XII; poi il suo nome viene consacrato nel famoso Catalogo dei Baroni del 1173, ordinato sotto Guglielmo il Normanno.

Posted by Redazione 02 14, 11 Commenti disabilitati
Continua a leggere