Salviamo i luoghi culturali dimenticati della Valle Roveto

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Per recuperare i luoghi culturali dimenticati il Governo mette a disposizione 150 milioni di euro. Fino al 31 maggio 2016 tutti i cittadini potranno segnalare con una semplice email all’indirizzo di posta elettronica bellezza@governo.it un luogo pubblico da recuperare o ristrutturare per il bene della collettività. Gli amici del Movimento di Cittadinanza Attiva a Civita d’Antino propongono di segnalare l’antico cimitero napoleonico, considerato un bene culturale di interesse nazionale e tra i pochissimi italiani a rimanere integri rispetto alla sua originaria costruzione.

Il cimitero, non più utilizzato a partire dalla fine degli anni trenta, ha da tempo necessità di interventi di straordinaria manutenzione, in particolare per la messa in sicurezza del tetto della “casa”comune dei civitani e degli stranieri in esso sepolti. Per saperne di più sull’iniziativa governativa: http://www.governo.it/articolo/bellezzagovernoit/4697

L’importanza storica e architettonica del cimitero è stato negli ultimi anni riscoperto dopo la pubblicazione del libro “Anders Trulson è qui, breve storia del pittore svedese rimasto per sempre tra le montagne abruzzesi” (2011), diventando luogo tra i più privilegiati tra quanti giungono a Civita d’Antino.
Se condividete la proposta è sufficiente inviare la seguente email a bellezza@governo.it
“SEGNALO L’ANTICO CIMITERO NAPOLEONICO DI CIVITA D’ANTINO (Abruzzo) – il piccolo cimitero monumentale, ha necessità di interventi di manutenzione straordinaria.

I commenti sono chiusi.