La rete di percorsi “Valle Roveto Slow”

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

VALLE ROVETO SLOW: una serie di guide “consigli di viaggio” assolutamente da scaricare! Sovrastata da un lato dalle alture dei Monti Simbruini e confinante con il patrimonio naturalistico del Parco Nazionale D’Abruzzo, Lazio e Molise, la Valle Roveto offre una varietà e una ricchezza di beni artistici, naturalistici, architettonici e archeologici che la rendono un territorio prezioso ed unico. La rete di percorsi “Valle Roveto Slow” collega alcune delle zone più caratteristiche, naturalisticamente suggestive, o con una particolare connotazione storica o di valore culturale e folkloristico, della Valle Roveto presenti nei comuni di Capistrello, Balsorano, Civita D’Antino, San Vincenzo Valle Roveto, Civitella Roveto, Morino e Canistro attraverso strade e carrarecce, spesso poco frequentate nella vita quotidiana.

vallerovetoslow1I Percorsi sono stati pensati di vari livelli per poter accontentare i diversi target, dalla famiglia, agli escursionisti più esperti, agli appassionati di mountain bike o di cavallo, ed ogni itinerario è caratterizzato da un tematismo locale: l’acqua, che da sempre ha caratterizzato la vita economica e sociale della Valle Roveto grazie alla presenza del Fiume Liri, caratterizza i percorsi di visita di Canistro e del Parco La Sponga, dove da vita a giochi d’acqua e laghetti, e della Riserva naturale Regionale nel Comune di Morino dove mostra tutta la sua forza nella cascata di Zompo lo Schioppo; castelli ed eremi, pietre che raccontano la storia che ha formato l’odierna Valle, dove è possibile godere del silenzio della natura e della suggestione di stupendi panorami grazie al posizionamento isolato e lontano dal frastuono della vita quotidiana; ulivi e pittori danesi della scuola Zahrtmann, caratteristiche rispettivamente dei comuni di San Vincenzo Valle Roveto e di Civita D’Antino, che potranno essere apprezzate attraverso un percorso che apre ad una esperienza sensoriale e visiva grazie alla presenza, lungo il sentiero delle tipiche coltivazioni di ulivo, che offrono una delle specialità della valle, per introdurci poi ad uno dei borghi più incantevoli della Valle che fu “fervido cenacolo d’intellettualità ed arte”, grazie alla presenza ed al lavoro del maestro danese Zahrtmann; i vicoli e borghi della Valle, presso i quali, oltre che godere di panorami e scorci caratteristici, si può rivivere la storia, o si può entrare a contatto con gli abitanti capaci di riportare ai visitatori antiche memorie di tradizioni ed usi locali.

Oltre ai “consigli di viaggio”, che potete scaricare di seguito, nei comuni toccati dai Percorsi troverete un pannello che riporta il tratto di percorso interessato, ed al fine di godere della Valle attraverso il gusto e le tipicità, l’elenco di “dove mangiare e dormire” nel territorio.

Il progetto è stato realizzato dal Comune di Civita D’Antino in partenariato con i comuni di Civitella Roveto, San Vincenzo valle Roveto, Morino, Canistro, Capistrello, Balsorano, con il cofinanziamento della Provincia dell’Aquila Finanziamento POR – Competitività regionale e Occupazione FESR Abruzzo “Fondo Europeo di Sviluppo” Regionale Abruzzo 2007/13 – Asse IV Attività 4.2.1 “Valorizzazione dei territori Montani”.

“CONSIGLI DI VIAGGIO VALLE ROVETO SLOW”

scarica-brochure-pdf

Sulla via degli ulivi alla scoperta dei pittori Danesi

Dai ruderi di Morino Vecchio alla Riserva Naturale Zompo Lo Schioppo

I castagneti della Valle Roveto

Tra castelli ed eremi della Valle Roveto

Tra vicoli e borghi della Valle Roveto

facebook

(Per essere sempre aggiornati e al tempo stesso svelare e diffondere le suggestioni ed il potenziale turistico sostenibile della Valle Roveto, invitate anche i vostri amici a cliccare mi piace sulla nostra pagina facebook e a scaricare e condividere le comode guide “Valle Roveto Slow” su percorsi ed ospitalità in formato pdf)

I commenti sono chiusi.