Gabriele D’Annunzio scoprì la “Scuola di Zahrtmann” nella Valle Roveto nel 1895

Gabriele D’Annunzio scoprì la “Scuola di Zahrtmann” nella Valle Roveto nel 1895

(Italian-English) D’ANNUNZIO DISCOVERED “THE ZAHRTMANN’S SCHOOL IN VENICE” (1895) Il terremoto del 1915 – che investì drammaticamente l’Abruzzo (e la Marsica in particolare) – determinò la fine della stagione d’oro dei pittori scandinavi a Civita d’Antino. A quasi cento anni di distanza e dopo un altro drammatico terremoto che ha colpito la regione, riemerge la straordinaria vicenda umana e artistica della colonia dei pittori guidati dal maestro danese Kristian Zahrtmann, nel suo lungo viaggio dal nord d’Europa.

Posted by Redazione 06 25, 12 Commenti disabilitati su Gabriele D’Annunzio scoprì la “Scuola di Zahrtmann” nella Valle Roveto nel 1895
Continua a leggere

Un Network culturale per non dimenticare i pittori scandinavi a Civita d’Antino (1877-1915)

Un Network culturale per non dimenticare i pittori scandinavi a Civita d'Antino (1877-1915)

Per non dimenticare Zahrtmann e i pittori scandinavi a Civita d’Antino. Alla fine dell’Ottocento, sulla scia del Grand Tour, Kristian Zahrtmann si era avventurato nell’Italia meno conosciuta, in Abruzzo, giungendo in un piccolo paese sulle montagne, Civita d’Antino, che divenne la sede estiva della sua scuola d’arte. Dal rapporto di amicizia tra il maestro danese e la popolazione nacque un’intensa stagione creativa che influenzò l’arte scandinava, culminando in una mostra che si tenne presso il Kunstforeningen a Copenhagen nel 1908. Il sito www.civitadantino.com apre una finestra su quella straordinaria stagione, attraverso testimonianze, immagini, documenti e riflessioni, tra passato e presente, per non dimenticare Zahrtmann e i pittori scandinavi e per rompere il secolare oblio che avvolge il paese dopo il terremoto del 1915. L’iniziativa è promossa da amici di Civita d’Antino, sparsi in Italia e all’estero, accomunati dall’interesse al recupero e alla valorizzazione di quelle trame della cultura europea, che in passato caratterizzavano la vita quotidiana dell’antico paese della Valle Roveto. 

Posted by Redazione 02 20, 12 Commenti disabilitati su Un Network culturale per non dimenticare i pittori scandinavi a Civita d’Antino (1877-1915)
Continua a leggere

Zahrtmann e i pittori scandinavi nella Valle Roveto

Zahrtmann e i pittori scandinavi nella Valle Roveto

La suggestiva storia dei pittori scandinavi a Civita d’Antino (1877-1915) “Kristian Zahrtmann è un altro di quella illustre schiera di personaggi della cultura europea che negli ultimi tre secoli hanno a lungo visitato l’Italia, affascinati dalla sua lucente e talvolta selvaggia bellezza, descrivendola sempre con le emozioni e l’intensità di chi la scopriva per la prima volta. Scrittori poeti musicisti artisti, tutti fortemente attratti dal Bel Paese, del quale andavano alla scoperta negli angoli talvolta i più remoti, rispetto alle principali vie di comunicazione del tempo, tutt’altro che agevoli. Byron, Goethe, Mozart, Stendhal, Lear, Ulrichs, Berlioz, per citarne alcuni.

Posted by Redazione 02 05, 11 Commenti disabilitati su Zahrtmann e i pittori scandinavi nella Valle Roveto
Continua a leggere